Gps cartografico nautico, accessorio indispensabile per la navigazione.

gps cartografico

A sentir parlare di gps nautico cartografico ci si può spaventare. Tranquilli. In realtà è semplicemente  la versione marina dei navigatori stradali. Quelli che oggi usiamo quotidianamente e non solo sull'automobile, ci accompagnano anche nelle pedalate e nelle camminate: dalla passeggiata al trekking. Chiaro che un navigatore nautico è più complesso e ricco di informazioni. Per navigare in sicurezza e con la giusta dose di serenità è essenziale la conoscenza e il controllo di più variabili. A iniziare dal meteo. 

Tutti i dati in uno schermo, questo il concetto, ma materialmente e in estrema sintesi di cosa parliamo? Uno schermo dove visualizzare mappe cartografiche e la nostra posizione su queste, anche in modo dinamico grazie a un sistema che permette di caricare le mappe.  Il digitale ci permette di avere a disposizione più dati e informazioni indispensabili per una navigazione tranquilla. Rispetto al viaggio stradale  in mare ci sono più emergenze che bisogna affrontare e governare. 

Quali sono i dati che ci offre il navigatore? Innanzitutto la nostra posizione, dove siamo in quel preciso istante e la distanza dalla nostra meta finale, da una tappa intermedia, da un rifornitore di carburante, da un pericolo o da un approdo di sicurezza.  Numeri e misure, ma ci sono navigatori innovativi che ci tengono aggiornati sul traffico marino, otteniamo per esempio la posizione di ciascuna barca che ci interessa, e molto attendibili sulle previsioni meteo. Per cambiare rotta e scegliere la navigazione più adeguata. Il Gps cartografico nautico è una dotazione di bordo obbligatoria per la navigazione oltre le 6 miglia dalla costa. 

Un supporto per la navigazione 

Alle informazioni di posizionamento si associano quelle dinamiche che ci permettono di avere a disposizione i dati su velocità  di navigazione e tempi necessari per percorrere la nostra rotta.In acqua è molto importante il meteo, conoscere la sua evoluzione per evitare situazioni di pericolo.  Questi sono i dati principali offerti dal gps: posizione, rotta, heading vector, linee batimetriche e localizzazione dei porti  e dei relativi servizi offerti ai diportisti. Si individuano poi le aree di pericolo. Ad esempio è possibile tracciare una rotta che eviti gli scogli e garantisca una navigazione veloce, anche in condizioni estreme con nebbia, scarsa visibilità e brutto tempo. 

Quale gps cartografico nautico  scegliere? 

Gps nautico: Raymarine

Al menù sulla cartografia nautica  Raymarine offre diverse portate: display di navigazione.  Puntano, oltre che sulla sicurezza documentale offerta dalla cartografia,  sulla velocità di calcolo, non è un dettaglio, all'alta definizione  della visualizzazione che può essere anche tridimensionale con le mappe 3D per arrivare nei modelli più recenti  anche alla realtà aumentata.    Raymarine offre le carte con abbonamento e aggiornamento da scaricare e i display multifunzione Axiom da 7,9 e 12 “ che vanno oltre le utilità offerte da un gps cartografico nautico.

 Gps marino: Garmin 

Un'alternativa ai prodotti  Raymarine sono quelli firmati da Garmin dove si evidenzia la facilità d'uso anche grazie al touchscreen.  Il Chartplotter GPSMAP 723 è un sistema è dedicato a tutte le acque grazie a mappe precaricate e alla carta costiera. Compatibile con NMEA 0183 e NMEA 2000 e con il Garmin Marine Network.  Un sistema versatile e pensato per le diverse tipologie di navigazione. A iniziare da quella a vela dove i dati ambientali sono fondamentali. 

Gps nautico usato

Prenderlo usato? C'è un ricco mercato di gps nautico cartografico con diversi marchi, dispositivi, formati e dimensioni. Dai display da installare ai dispositivi di piccole dimensioni e facilmente  trasportabili. A portata di mano.  Quali sono gli elementi da tenere in considerazione? Per i piccoli formati è indispensabile puntare su un dispositivo robusto, impermeabile alla polvere e all'acqua, resistente alle cadute, sempre possibili, soprattutto in navigazione. Oltre l'involucro è fondamentale verificare hardware e software per capire sia la capacità di caricare e memorizzare le mappe sia la velocità di calcolo ed elaborazione  dei dati. 

Condividi

Aggiungi un commento